Il governo dell’Indonesia minaccia l’espulsione di Leonardo DiCaprio

Il novello premio Oscar Leonardo di Caprio non è soltanto un bravo attore, ma anche e soprattutto un uomo impegnato in moltissime cause umanitarie e soprattutto che abbracciano la salvaguardia del nostro paese.

Nello specifico, come è emerso già dal discorso tenuto durante la notte degli Oscar, l’attore negli ultimi mesi ha abbracciato la causa di quanti lottano contro l’uso diffusissimo di olio di palma, che si trova nella maggior parte dei prodotti alimentari e dolciari.

Proprio lo scorso fine settimana vi avevamo documentato come la star di Hollywood aveva visitato il parco nazionale del Monte Leuser, nel nord di Sumatra, e aveva postato diverse foto sul suo account Instagram, preoccupato per le specie vegetali e animali i cui habitat sono minacciati.

“In queste foreste, gli antichi percorsi migratori degli elefanti sono ancora battute dagli ultimi branchi degli elefanti selvatici di Sumatra. Ma l’espansione delle piantagioni di palma da olio – spiegava Leonardo Di Caprio – stanno distruggendo le foreste pluviali, eliminando i corridoi migratori sfruttati dagli elefanti, rendendo così loro più difficile la possibilità di trovare adeguate fonti di cibo e acqua”.

Foto e proclami fatti da Di Caprio non sono però piaciute alle autorità dell’Indonesia: un portavoce del direttore generale del dipartimento di immigrazione indonesiano ha dichiarato senza mezzi termini che se le parole di Leonardo Di Caprio saranno giudicate di “istigazione” o “provocazione” nei confronti del governo, allora il nome dell’attore potrebbe finire nella lista “nera” degli indesiderati.

You May Also Like

Robert De Niro e il controverso documentario anti vaccini

La questione vaccini negli ultimi mesi è una delle più scottanti, a…

Diletta Leotta si rilassa ad Ibiza col pugile Scardina

Quando si parla della vita sentimentale di Diletta Leotta non ci si…

Gatti isola greca si viene pagati per accarezzarli per lavoro

Se notoriamente è il cane il migliore amico dell’uomo e sono innumerevoli…