Milla Jovovich furiosa per la legge contro l’aborto in Alabama
Milla Jovovich furiosa per la legge contro aborto in Alabama

La notizia ha fatto in poco tempo il giro di tutto il mondo: incredibilmente in Alabama, uno degli stati della civilissima America, è stata approvata una legge che viete l’aborto, persino in caso di violenza sessuale o di incesto.

Una legge incredibile che ha suscitato un’ondata di sdegno con ben pochi precedenti, anche tra i personaggi più noti, che hanno voluto usare la loro popolarità per lanciare messaggi e magari spingere la classe politica ad intervenire.

Tra questi spicca senza dubbio Milla Jovovich che ha raccontato la sua storia, dando una toccante testimonianza di quanto l’aborto sia una scelta dolorosa e personalissima per essere sindacata da una legge.

Amatissima dal pubblico grazie a film come Resident Evil e Il quinto elemento, Milla Jovovich ha scritto un lungo post su Instagram:

I nostri diritti come donne di ricorrere ad aborti sicuri e con medici esperti sono di nuovo in gioco. Martedì scorso, il governatore della Georgia Brian Kemp ha firmato un disegno di legge draconiano che bandisce tutti gli aborti dopo le 6 settimane – prima che la maggior parte delle donne si rendano conto di essere incinte – anche nei casi di stupro o incesto. L’aborto è abbastanza difficile per le donne a livello emotivo senza dover aggiungere le aggravanti di doverlo fare in condizioni potenzialmente non sicure e non igieniche”.

Poi ha raccontato la sua esperienza personale: “Io stessa ho avuto un aborto d’emergenza due anni fa. Ero incinta di 4 mesi e mezzo e giravo nell’Europa dell’Est. Ero entrata in parto pretermine ed è stata una delle esperienze più orribili che abbia mai vissuto. Ho ancora gli incubi, ero sola e indifesa. Quando penso al fatto che le donne potrebbero dover affrontare un aborto in condizioni ancora peggiori di quelle per via di queste nuove leggi, il mio stomaco si contorce”.

Ecco quindi l’importanza di eliminare una legge “scellerata”:

L’aborto è un incubo e nessuna donna vuole passarci. Ma dobbiamo lottare per assicurarci che i nostri diritti siano preservati per poter abortire in modo sicuro, se vogliamo e se necessario. Non ho mai parlato di questa esperienza, ma non posso restare in silenzio con questa posta così alta in gioco”.

Nelle ore precedenti avevano già espresso il loro dissenso l’attrice Alyssa Milano, che ha addirittura lanciato uno sciopero del sesso contro la legge sull’aborto e ha fatto notare come la legge sia votata soltanto da uomini e da nessuna donna, ma anche Lady Gaga, Reese Whiterspoon, Rose McGowan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

Charlize Theron e la fine del suo amore con Sean Penn

Quando finisce una storia, soprattutto di quelle importanti, non importa chi ha…

Giulia De Lellis sognava l’abito bianco

Nonostante i fans continuino a sognare il lieto fine, la storia tra…

Vittorio Sgarbi punta sull’arte di Nina Moric

Vittorio Sgarbi è conosciuto al grande pubblico televisivo per le sue sfuriate…