Rodrigo Alves, il Ken umano talmente irriconoscibile da essere arrestato in aeroporto
Rodrigo Alves il Ken umano talmente irriconoscibile da essere arrestato in aeroporto

Negli ultimi anni la televisione, soprattutto talk show e reality, ha spettacolarizzato le storie di tanti che, nel tentativo di assomigliare al corpo perfetto idealizzato nella propria mente, si son sottoposto a decine di interventi chirurgici, sovente inutili e dannosi.

Eppure si tratta di una vera e propria patologia: il disturbo da dismorfismo corporeo è classificato nel DSM-IV-TR nel capitolo dei disturbi somatoformi, ossia quei disturbi in cui le manifestazioni sintomatiche prendono la forma di disfunzioni o alterazioni somatiche, senza che sia possibile evidenziare una corrispondente lesione organica e in presenza di elementi che fanno supporre l’esistenza di meccanismi patogenetici di tipo psichico.

Questa patologia si contraddistingue per la preoccupazione molto pronunciata del soggetto rispetto a un difetto dell’aspetto fisico, che non trova riscontro in una reale deformità o è chiaramente sproporzionato rispetto a difetti di lieve entità.

Il disturbo di dismorfismo corporeo è divenuto un problema abbastanza comune negli ultimi decenni, arrivando a interessare secondo le stime circa il 2,5% della popolazione generale e addirittura il 7-15% delle persone che si sottopongono a cure dermatologiche/cosmetologiche e/o interventi di chirurgia estetica. E c’è di più: secondo gli esperti, le prevalenze stimate sulla base degli studi epidemiologici rappresenterebbero soltanto la punta dell’iceberg, con i casi reali che sarebbero molti ma molti di più.

E negli anni passati è stato in terapia per questa patologia anche Rodrigo Alves, brasiliano ossessionato dalla ricerca delle perfezione, per assomigliare a Ken, il personaggio immaginario fidanzato di Barbie.

Alves ha passato metà della sua vita a ricorrere a trattamenti ed interventi chirurgici, diventando una star dei talk e degli show televisivi, anche in Italia, dove è ormai ospite fisso dei programmi di Barbara D’Urso, ma si è stravolto così tanto da non essere riconosciuto ed essere arrestato per questo. Ma andiamo con ordine.

Rodrigo, conosciuto oggi come il Ken umano, ha 34 anni ed è nato a San Paulo in Brasile. L’uomo si è sottoposto a ben 58 interventi di chirurgia plastica per sembrare una bambola e per questo è entrato persino nel Guinness World Record.

Rodrigo proviene da una famiglia europea immigrata in Brasile negli anni ’40 per avviare un’attività agricola che poi si è espansa e sviluppata fino a includere centri commerciali, supermercati e proprietà.

L’uomo utilizza i proventi delle sue rendite per finanziare tutte le ‘modifiche’ al suo corpo che “gli servono per amarsi”, come lui stesso afferma.

Ha speso 8.000 sterline per eliminare le rughe, 50.000 per i ritocchi al setto nasale, 3.000 in liposuzione alla mandibola, 10.000 in protesi ai pettorali, 22.000 in addominali finti, 7.000 in ritocchini per rendere le braccia toniche, 5.000 in trapianto di capelli, 7.000 in liposuzione laser, 6.000 in liposuzione alle gambe e 3.000 in un’operazione per dare nuova forma alle gambe e ai polpacci. Le uniche parti del corpo che ha lasciato invariate? Le mani e le parti intime, ma non esclude di potervi intervenire in futuro.

Operazioni che non sono state tutte semplici ed indolori: dopo aver subito una ricostruzione del setto nasale è infatti finito in ospedale con una terribile infezione che gli provocato una necrosi. Non solo il Ken umano ha rischiato di perdere il naso, facendo estendere il problema al viso intero, ma ha avuto anche dei problemi respiratori, mettendo in pericolo la sua esistenza.

La disavventura non gli ha però fatto cambiare idea: Rodrigo ha promesso che successivamente cambierà anche sesso per diventare Barbie, anche se in successive interviste ha poi chiarito che non è una cosa che ha intenzione di fare in modo imminente.

Intanto si gode la sua popolarità: è spesso in Italia, ospite da barbara d’Urso come abbiamo già detto, ma anche di molti altri programmi di mezzo mondo ed è proprio durante una delle sue ultime trasferte in aereo che il suo aspetto attuale gli ha giocato un brutto scherzo.

Completamente trasformato dalla chirurgia estetica, Rodrigo nelle scorse ore è stato fermato in Germania dalla polizia perché le foto sui documenti d’identità non corrispondono al suo aspetto attuale: in un video, subito virale sul web, è stato immortalato mentre viene portato via in manette.

Per fortuna lui non si è lasciato certo scoraggiare e ha condiviso live su Instagram lo spiacevole inconveniente.

“Sono stato fermato dalla polizia tedesca. Volevano controllare il mio passaporto e hanno visto che la foto non corrisponde al mio aspetto. E’ il vecchio passaporto, ho dimenticato di portare quello nuovo. Ora devo andare in ambasciata e chiedere un nuovo documento, per poter ritornare in Inghilterra” ha dichiarato Rodrigo nelle “storie” di Instagram.

Tutto bene quel che finisce bene?

Sì, se si fa riferimento al passaporto che nel frattempo è stato già rinnovato, ma è veramente giusto spettacolarizzare la storia di un uomo che passa la sua intera esistenza a modificare il proprio corpo, magari ergendosi da esempio per migliaia di persone che lo guardano?

Una televisione più consapevole dovrebbe prestare molta più attenzione a non far passare il messaggio sbagliato che bisogna sottoporsi a delle operazioni chirurgiche solo per raggiungere degli standard fisici, ma oggigiorno importa solo il valore dello share e Rodrigo e i suoi “colleghi” fanno salire l’audience quindi ce li ritroveremo nei salotti televisivi probabilmente ancora per molto tempo.

You May Also Like

Ferzan Özpetek ha sposato a Roma il suo Simone

Purtroppo solo da pochi mesi l’Italia si è adeguata al riconoscimento, anche…

Kate Bosworth and More Attend a Benefit Hosted by Coach and Friends

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget…

Francesco Chiofalo confessa di avere un tumore al cervello

Sicuramente per lui sarà il Natale più difficile della sua vita, come…