Vaccini: Rimini per i bimbi non in regola, no al nido ma sì alla retta
Vaccini Rimini per i bimbi non in regola no al nido ma si alla retta

A Rimini i bambini non in regola con i vaccini non sono ammessi al nido ma la retta devono pagarla lo stesso.

I vaccini non sono un optional, ma un obbligo ben preciso che va rispettato. Sembra essere questa la posizione della Giunta di Rimini sulla questione delle vaccinazioni. E chi non lo rispetta se ne assume la responsabilità, con annessi e connessi.

Il governo, sta provando a rimodulare questo “obbligo” facendolo diventare un “flessibile”, una sorta di contorsione della logica che non sta in piedi né da un punto di vista giuridico, né dal punto di vista della razionalità. Insomma, una specie di ossimoro, che va bene in letteratura, ma molto meno quando si tratta della salute dei bambini. Salute che, è bene ricordarlo, non va vista in termini di condizioni personali dei singoli, bensì in termini di salute pubblica, che è tutt’altra cosa.

Circolano in rete, e non solo in rete, atteggiamenti profondamente antiscientifici che rischiano di fare del male alla società vista nel suo insieme. La Costituzione, come noto, non impone cure a nessuno perché ognuno è libero di curarsi e prevenire una malattia come meglio crede; tuttavia questa libertà trova un limite ben preciso nel principio più generale del neminem laedere, vale a dire quando la mia libertà rischia di nuocere agli altri, alla società.

Ed è proprio questo il caso dei vaccini. La libertà del singolo finisce nel momento esatto in cui il singolo si rapporta con gli altri, entra in contatto con gli altri, generando potenziali forti rischi. E lo Stato, in questi casi, deve avvalersi della scienza e delle statistiche nel modo più appropriato, al fine di tutelare la salute pubblica, costituzionalmente protetta.

Questo sembra essere stato il principio ispiratore della Giunta di Rimini, allorché ha deciso che chi non frequenta il nido o la materna perché non è in regola con i vaccini, dovrà comunque pagare la retta del servizio. Un ulteriore avvertimento ai genitori, quindi, che non intendono far vaccinare i propri figli. Tra l’altro, proprio a Rimini in questi anni si è registrato il calo vaccinale più consistente.

Una nota del Comune di Rimini, recita: “Le famiglie dei bambini iscritti ai nidi e alle scuole d’infanzia comunali per l’anno scolastico2018/2019 che non risultino essere in possesso del requisito vaccinale – e quindi che non potranno usufruire del servizio come previsto dalla legge – saranno comunque tenute al pagamento della retta sin dal primo giorno di frequenza, così come già avviene per tutti quei bambini che per motivi vari non frequentano, ma mantengono il posto occupato”.

“La circolare interministeriale – prosegue la nota – prevede che i bambini non in regola con gli adempimenti vaccinali non possano frequentare, ma possano comunque restare iscritti e mantenere il posto nei servizi educativi. Questo consentirà ai bambini di poter essere immediatamente riammessi non appena si sia attestata l’avvenuta regolarizzazione della posizione”.

Viene poi messo in evidenza il fatto che “il mantenimento del posto ha un costo per la collettività, sia in termini strettamente economici, sia perché si impedisce ad altri bambini in lista di attesa di poter usufruire del servizio”.

In definitiva, la Giunta ha deciso di specificare nel regolamento per l’applicazione delle tariffe che anche le famiglie non in regola con gli obblighi vaccinali siano tenute al pagamento di una retta base, fino all’eventuale regolarizzazione.

Naturalmente in qualsiasi momento le famiglie, qualora lo ritengano opportuno possono ritirare il proprio figlio dalla scuola. A Rimini ora si attendono le reazioni dei cosiddetti No Vax, che in zona sono molto agguerriti. Vedremo chi la spunterà in questa dura battaglia, con la scienza da una parte e i comitati dall’altra.

a cura di: Eleonora Gitto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

Belen salta l’esordio di “tu Sì que vales” ma non è in dolce attesa

Da quando Belen Rodriguez si è ufficialmente ricongiunta con suo marito, Stefano…

Star Trek: mezzo secolo di successo planetario

Una delle serie più viste e conosciute al mondo, una pietra miliare…

Alba Parietti: un fine settimana di fuoco

Alba Parietti sembra essere di nuovo in love. La showgirl sembra che…